Benvenuto su Bonsaglio Online

LEVEL LE20513 LOCO E626.076 DEP. ALESSANDRIALEVEL LE20513 LOCO E626.076 DEP. ALESSANDRIA
Move your mouse over image or click to enlarge
LEVEL LE20513 LOCO E626.076 DEP. ALESSANDRIA

LEVEL LE20513 LOCO E626.076 DEP. ALESSANDRIA

Marche: Level Le model
Codice Prodotto: LEVEL LE20513
Punti fedeltà: 190
Disponibilità:
Non in Magazzino
Prezzo: 199,00€ Prezzo in punti fedeltà: 5970

Loco E626. EP. IV a. Dep. Alessandria.

Riproduzione in perfetta scala 1:87 della locomotiva elettrica E626.076 di seconda serie delle FS ricostruita con avancorpi di IV serie, costruttore SNOS (Società Nazionale Officine di Savigliano), nello stato della seconda metà degli anni ‘70 (ep. IV). Livrea castano/isabella, pantografi 42LR con base allargata, Ripetizione Segnali, assegnata al deposito di Alessandria.

EDIZIONE LIMITATA E NUMERATA

Tutti gli altri dettagli del modello conformi con l’epoca di ambientazione: corpo della cassa di origine con griglie laterali, finestrini laterali delle cabine allo stato di origine, porte di accesso in cabina di origine in legno, comando del tachigrafo elettrico sul terzo asse, riproduzione in cabina delle porte di accesso a corridoio e cabina AT con posizione differenziata dei dettagli tra le due cabine, accoppiatori del freno moderabile, respingenti e fanali moderni, cacciapietre con captatori della Ripetizione Segnali e pulsante di riarmo del freno. Iscrizioni di servizio complete in giallo e date di revisione dei serbatoi in bianco, marcatura frontale con caratteri ombreggiati.

Tra le E626 di seconda serie ricostruite nel dopoguerra con equipaggiamenti unificati che hanno ricevuto i pantografi 42LR, alcune, tra cui la E626.076 riprodotta, hanno mantenuto la posizione degli isolatori tipica dei pantografi tipo 32 di origine; ciò ha comportato la costruzione di una nuova base allargata per i pantografi 42LR in modo da poterli montare senza problemi sugli isolatori esistenti. Questa macchina è stata anche tra le prime unità del gruppo ad essere dotata di Ripetizione Segnali in cabina sin dalla seconda metà degli anni ‘70, caratteristica rilevabile anche dall’esterno per via della presenza dei captatori dietro ai cacciapietre, del pulsante di riarmo del freno e del tachigrafo elettrico TELOC al posto di quello meccanico di origine.